Ankylos

Introduzione

Ankylos è un sistema implantare dentale affidabile e ben progettato, le cui soluzioni offrono stabilità a lungo termine dei tessuti duri e molli, risultati estetici duraturi e funzionalità garantita che i pazienti apprezzeranno a lungo e che Dentsply Sirona Implants, in qualità di produttore, supporta con la garanzia a vita.

Caratteristiche principali

Per oltre 25 anni, al sistema implantare Ankylos sono state apportate migliorie continue in base alle necessità dei professionisti del settore odontoiatrico. Oggi, il sistema implantare Ankylos possiede numerose caratteristiche che lo differenziano da altri sistemi implantari.

Libertà protesica per ricostruzioni semplificate

Con Ankylos, ogni abutment si adatta a qualsiasi impianto perché la connessione TissueCare è identica per tutti i diametri e tutte le lunghezze implantari. Ciò rende possibile utilizzare qualunque abutment con qualsiasi impianto, riducendo il numero di componenti protesici necessari e migliorando il risultato estetico. 

Posizionamento preciso per una ritenzione ottimale del tessuto

Il sistema di posizionamento degli impianti Ankylos C/X consente un inserimento preciso degli impianti, con la spalla implantare a vista anche in caso di posizionamento subcrestale. Il design a filettatura progressiva, inoltre, semplifica l'inserimento degli impianti in sede, favorendo contemporaneamente la ritenzione del tessuto.

Connessione conica antirotazionale: due componenti si trasformano in una sola unità

La geometria antirotazionale a frizione e con indice della connessione TissueCare è il risultato dell'applicazione di principi ingegneristici che trasformano l'impianto e l'abutment in una sola unità antirotazionale salda, caratterizzata dalla massima stabilità meccanica e dall'assenza di micromovimenti.

Fondazione

Nel 2012, il sistema implantare Ankylos ha compiuto 25 anni, ma fin dall'inizio è stato diverso da tutti gli altri sistemi implantari: la connessione interna conica, l'offset orizzontale e il design a filettatura progressiva furono innovazioni rivoluzionarie nel 1987.

1987 – L'innovativo sistema implantare, con le sue caratteristiche rivoluzionarie, come la connessione conica, il notevole offset orizzontale e il design a filettatura progressiva, viene introdotto nell'uso clinico.

1993 – Viene lanciato Ankylos.

2001 – Viene lanciato l'esclusivo concetto Ankylos SynCone per overdenture protesiche, sviluppato assieme al dr. Dittmar May (Lünen, Germania).

2005 – Ad Ankylos vengono aggiunte la superficie implantare Friadent plus e la spalla implantare microruvida.

2005 – La combinazione unica di caratteristiche in grado di stabilizzare il tessuto viene sintetizzata dal nome "TissueCare Concept di Ankylos".

2008 – Viene lanciato Ankylos C/X, progettato per l'uso sia con componenti protesici non indicizzati (C) sia indicizzati (X).

2009 – La famiglia Ankylos si amplia ulteriormente con le funzionalità di chirurgia computer guidata basate sul software leader del mercato, Simplant.

2009 – Vengono introdotte le sovrastrutture implantari suprastructures per Ankylos.

2011 – Disponibilità degli abutment CAD/CAM monocomponente e bicomponente per Ankylos.

2012 – Viene introdotto il concetto SmartFix, la soluzione protesica per arcata completa su impianti angolati.

2012 – Vengono resi disponibili per Ankylos gli abutment CAD/CAM personalizzati Atlantis.

 

2013 – Lancio di Ankylos da 6,6 mm, che consente di ridurre al minimo le procedure di aumento verticale di osso.

 

 

2014 – Viene lanciato il concetto WeldOne, unico al mondo, per soluzioni alla poltrona stabili e durature.

TissueCare Concept

Il sistema implantare Ankylos favorisce e mantiene nel tempo il tessuto duro e molle, com'è stato scientificamente e clinicamente dimostrato. La combinazione di caratteristiche esclusive detta "TissueCare Concept" garantisce estetica e funzionalità all'odontoiatra e ai suoi pazienti.

Connessione universale TissueCare

Il cuore del TissueCare Concept è la connessione TissueCare. Poiché le sue dimensioni restano identiche per tutti i diametri implantari, i protocolli di trattamento risultano più semplici e richiedono un minor numero di elementi, se si utilizza Ankylos.

L'inclinazione accentuata della connessione conica favorisce l'antirotazionalità e l'assenza di micromovimenti, consentendo l'uso di componenti protesici non indicizzati senza precludere la possibilità di utilizzare componenti indicizzati.

La connessione TissueCare di Ankylos garantisce un'ottima stabilità del tessuto grazie all'assenza di micromovimenti e favorisce la salute a lungo termine dei tessuti, per risultati estetici duraturi. 

SoftTissue Chamber 

La connessione TissueCare e la spalla implantare microruvida rendono possibile il posizionamento subcrestale. Associate all'offset orizzontale e al design concavo dell'abutment, consentono la creazione di una "camera" per il tessuto molle e l'osso in grado di supportare la stabilità del tessuto.

Al di sopra della spalla implantare si crea lo spazio idoneo alla formazione ossea così come le fibre di tessuto connettivo che supportano la presenza di tessuti molli ampi, sani e dall'aspetto naturale.
 
Si osserva un aumento in altezza della papilla interdentale: una condizione anatomica esclusiva che favorisce la stabilità a lungo termine del tessuto duro e molle e risultati estetici duraturi.

Filettatura progressiva

La filettatura progressiva di Ankylos è progettata per adattarsi alla struttura ossea e facilitare l'inserimento. Si basa sui seguenti fattori:
  • La geometria cervicale riduce il trasferimento di carico sull'osso corticale.
  • La profondità della filettatura, che aumenta progressivamente, consente di trasferire il carico sull'osso spongioso.
  • Viene applicata una forza di carico controllata nelle regioni significative per il mantenimento dell'osso crestale.
  • La filettatura in posizione finale crea stabilità primaria, consentendo il carico immediato.

La superficie Friadent plus

Tutti gli impianti Ankylos C/X sono dotati della superficie implantare Friadent plus, sabbiata e mordenzata ad alta temperatura. Le proprietà eccellenti di questa microstruttura determinano un'osteointegrazione precoce e un alto livello di contatto osso-impianto, com'è documentato da numerosi studi in vitro e in vivo. In particolare, la superficie Friadent plus presenta le seguenti caratteristiche:
  • Ottime proprietà di bagnabilità in grado di attivare l'apposizione delle cellule primarie.
  • Un microdesign tridimensionale esclusivo che favorisce l'apposizione di cellule responsabili della formazione ossea e, successivamente, un'osteointegrazione ottimale.
  • Formazione intensiva di nuovo osso e una maggiore crescita ossea iniziale per un'elevata stabilità a livello dell'interfaccia.

La superficie Friadent plus, combinata ai vantaggi delle esclusive caratteristiche di design della filettatura progressiva, crea un alto livello di contatto osso-impianto e un'elevata stabilità primaria, consentendo il carico immediato.

  • Outstanding wetting properties for activation of the primary cell apposition.
  • Unique, three-dimensional micro-design that promotes the apposition of bone-forming cells and subsequently optimum osseointegration.
  • Intensive formation of new bone with increased bone maturation in the early stage for high stability at the interface.

In combination with the advantages of the unique design features of the progressive thread, the FRIADENT plus surface creates high bone-to-implant contact and primary stability allowing for immediate loading.

Per cominciare

Integrare Ankylos nel flusso di lavoro clinico è semplice grazie ai vari kit disponibili, sia chirurgici, di tipo modulare, sia protesici. 

Procedure chirurgiche

Kit chirurgici economici, semplici e flessibili basati su un design modulare, preassemblati e allestiti in base alle specifiche esigenze.

  • Possono essere personalizzati con moduli aggiuntivi, in base alle necessità
  • Strumenti fissati saldamente in supporti di silicone
  • Guida per l'utilizzatore chiara e semplice durante l'intervento chirurgico
  • Organizer integrato per gli strumenti utilizzati
  • Possibilità di pulizia facile e accurata

Procedure protesiche e di laboratorio

Il Mini Set Protesico include tutti gli strumenti necessari per la consegna del manufatto protesico implantare:

  • Cricchetto protesico
  • Cacciavite esagonale 1.0

Componenti da impronta per diverse indicazioni: 

  • Presa dell'impronta a livello dell'impianto
  • Presa dell'impronta a livello dell'abutment

Flessibilità chirurgica

L'assortimento implantare per Ankylos assicura la versatilità necessaria per soddisfare i requisiti della situazione clinica di ogni paziente. Un protocollo chirurgico semplice, step by step, supporterà l'odontoiatra in tutte le fasi dell'intervento chirurgico per consentire la guarigione transgengivale o sommersa. 

Pianificazione del trattamento

Ankylos può essere posizionato tramite la pianificazione del trattamento sia tradizionale sia computer guidata. La pianificazione del trattamento appropriata viene determinata sulla base di un colloquio generale con il paziente, volto a stabilire con precisione i desideri e le aspettative del paziente rispetto al trattamento, a venire a conoscenza di eventuali controindicazioni e a illustrare il trattamento al paziente in modo dettagliato. 

Pianificazione tradizionale del trattamento

Matrici radiografiche. Sono guide trasparenti usate per sovrapporre le immagini dell'impianto alle radiografie, in modo da facilitare il posizionamento degli impianti:

  • Le guide sono specifiche per i diversi impianti e forniscono vari ingrandimenti, corrispondenti all'ingrandimento radiografico.
Guida chirurgica. Viene preparato uno splint termoformato, dotato di sfere radiografiche, che può essere riposizionato con precisione nella bocca del paziente: 
  • Può essere cambiata successivamente in una guida chirurgica di fabbricazione tradizionale.
  • La pianificazione pre-protesica risulta semplificata da componenti protesici preselezionati.

Maggiori informazioni sulla guida chirurgica tradizionale sono presenti nel manuale chirurgico di Ankylos (pdf).

Simplant – Trattamento implantare computer-guidato

Il software di pianificazione dentale Simplant fornisce all'odontoiatra opzioni chirurgiche accurate e predicibili. È utile per valutare l'anatomia dei pazienti e la sua esatta correlazione con la ricostruzione protesica proposta. La pianificazione del trattamento può essere condivisa facilmente con il team odontoiatrico, il laboratorio odontotecnico e il paziente; in questo modo, tutti possono vedere e comprendere i vari aspetti del trattamento.

Pianificazione tridimensionale affidabile a livello submillimetrico, che offre in particolare le seguenti caratteristiche in riferimento alla ricostruzione protesica desiderata:

  • Controllo automatico delle collisioni che consente di evidenziare la presenza di spazi troppo esigui tra gli impianti o rispetto al nervo.
  • Informazioni sulla qualità dell'osso peri-implantare che supportano conclusioni precise sulla stabilità primaria prevista.

Sistema implantare

Impianti Ankylos C/X

Gli impianti Ankylos C/X sono disponibili in quattro diametri e sei lunghezze. La pratica classificazione delle dimensioni li rende adatti a tutte le indicazioni di implantologia dentale con un numero ragionevole di impianti. I singoli impianti sono identificati da una lettera maiuscola, che ne indica il diametro, e da un numero, che ne indica la lunghezza (6,6-17 mm). La codifica colore è usata per identificare il diametro implantare. Anche gli strumenti per la preparazione del sito sono dotati di una codifica colore.  

Confezione sterile

Gli impianti Ankylos C/X vengono forniti confezionati in un blister doppiamente sterile, all'interno di una scatola di cartone. Questo tipo di confezionamento offre la massima sicurezza possibile del prodotto, in conformità ai requisiti sempre più rigidi previsti per i dispositivi medici. Le confezioni consentono inoltre di conservare facilmente tutti i prodotti e di recuperarli prontamente rendendoli maneggevoli durante la procedura chirurgica: ogni impianto viene fornito con una vite di chiusura e un montante da inserimento preinstallato.

Diametri e lunghezze

ANKYLOS diameters and lengths

Il design della filettatura di Ankylos

La filettatura progressiva dell'impianto rende più semplice l'avvitamento in sede e protegge il tessuto. Questa filettatura è stata progettata appositamente per adattarsi alla struttura dell'osso:

  • La geometria cervicale riduce il trasferimento di carico sull'osso corticale.
  • La profondità della filettatura, che aumenta progressivamente, consente di trasferire il carico sull'osso spongioso.
  • Massimo livello di contatto osso-impianto nella posizione finale.
  • Massima stabilità possibile dei tessuti con mantenimento dell'osso crestale.

Kit chirurgici

I kit chirurgici per Ankylos sono di plastica e sono dotati di una struttura modulare che include tutti gli strumenti necessari per il protocollo chirurgico standard. I vassoi di plastica leggera, con organizer integrati nel coperchio per contenere gli strumenti utilizzati, definiscono una specifica sequenza di utilizzo durante l'intervento chirurgico. Tutti gli strumenti sono contenuti saldamente in supporti di silicone.

Sono disponibili tre tipi di kit chirurgici per Ankylos

  1. Protocollo per micromotore (solo per gli impianti A e B), che include strumenti per il posizionamento degli impianti Ankylos A e B (diametri 3,5 e 4,5 mm) con micromotore.

  2. Protocollo di inserimento manuale, che include strumenti per un posizionamento degli impianti Ankylos A e B oppure A, B e C con preparazione finale manuale; gli strumenti per la preparazione finale con micromotore sono disponibili solo per gli impianti A e B; come avviene per altri moduli di frese, un modulo di frese per gli impianti C e D (manuali) può essere ordinato separatamente e aggiunto al kit.

  3. Protocollo di chirurgia guidata, che include strumenti di lunghezza 8-14 mm per il posizionamento guidato degli impianti Ankylos C/X A e B; i cilindri guida "Sleeve-on-Drill" necessari per la chirurgia guidata devono essere ordinati separatamente.
Instrument set dental surgery, ANKYLOS

Set di strumenti Ankylos

Uno dei prerequisiti essenziali per il posizionamento corretto dell'impianto è la preparazione accurata e atraumatica dell'osso in corrispondenza del sito implantare da parte dell'odontoiatra. Il set di strumenti per Ankylos comprende strumenti dalla forma e dal design accurati, ideali per la preparazione dei siti implantari.

Frese Tri-Spade (frese a spirale)

  • Specifiche per i diversi diametri degli impianti
  • Frese a spirale multiuso
  • I bordi superiore e inferiore delle marcature laser corrispondono alle lunghezze degli impianti
  • Le superfici al di sotto della marcatura indicante la lunghezza di 6,6 mm e quelle comprese fra le lunghezze 8/9,5 mm e 11/14 mm sono ombreggiate per favorire un migliore orientamento

Alesatori conici

  • Disponibilità di un alesatore per ogni diametro e lunghezza implantare
  • Si utilizzano per l'espansione conica del fresaggio in profondità nella regione crestale
  • Possono essere usati anche in senso antiorario per condensare l'osso quando la densità ossea è ridotta (alesatori manuali)

Maschiatore

  • Un solo maschiatore per diametro implantare da usare per tutte le lunghezze implantari
  • Si utilizzano per realizzare la maschiatura del sito implantare
  • La maschiatura non è necessaria quando la densità ossea è notevolmente ridotta
1219941-ANKYLOS-Implant-site-Preparation-vgdcf4p-en-1411

Protocollo di fresaggio

Dopo aver preparato il sito implantare, l'odontoiatra seguirà un protocollo di fresaggio step by step che consente il posizionamento atraumatico di Ankylos.

In base alla situazione clinica, è possibile seguire il protocollo di guarigione transgengivale o quello di guarigione sommersa. In caso di guarigione transgengivale degli impianti, non è necessaria una seconda procedura chirurgica. Inoltre, si può beneficiare della potenziale rigenerazione del tessuto molle per creare il profilo di emergenza ideale.

1. Rifinitura ossea
Dopo l'apertura dei lembi mucoperiosteali, le creste ossee appuntite possono essere rifinite leggermente utilizzando la fresa a palla con irrigazione interna. 

2.  Fresaggio pilota
La direzione dell'impianto viene definita tramite la fresa a spirale.

3. Fresaggio in profondità
L'estremità delle marcature laser indica la lunghezza dell'impianto. La fresa Tri-Spade A viene sempre usata per prima. In caso di inserimento di impianti B, C o D, il foro si espande progressivamente.

4. Utilizzo dell'alesatore conico per micromotore
L'alesatore conico viene inserito nel foro fresato e si inizia la preparazione con rotazione in senso orario esercitando una pressione moderata.
 

5. Utilizzo del maschiatore per micromotore
La filettatura viene preparata in senso orario.

6. Rimozione dell'impianto dalla confezione e posizionamento dell'inserto per impianti

7. Posizionamento dell'impianto con micromotore o manuale

8. Rimozione dell'inserto per impianti e del montante da inserimento
Bloccare il montante da inserimento con una chiave a brugola e allentarne la vite di serraggio con il cacciavite esagonale da 1 mm. Si consiglia di utilizzare le frese a palla e le frese a spirale a 800 giri/minuto. Se si utilizza il micromotore, la velocità massima è 15 giri/minuto e il torque massimo è di 60 Ncm.

Durante l'apertura, tenere il blister interno in posizione orizzontale, con la pellicola sigillante rivolta verso l'alto, e fare attenzione a reggerlo dopo la rimozione del supporto dell'impianto. Il blister infatti contiene la vite di chiusura dell'impianto, che viene utilizzata dopo il posizionamento dell'impianto in caso di guarigione sommersa. La velocità massima è 15 giri/minuto e il torque massimo è di 50 Ncm.

 

9a. Guarigione sommersa
In caso di guarigione sommersa, la vite di chiusura deve essere posizionata dopo la rimozione del montante da inserimento.

9b. Guarigione transgengivale
In caso di guarigione transgengivale, dopo la rimozione del montante da inserimento, deve essere inserita una vite di guarigione di altezza gengivale e profilo corrispondenti al range protesico scelto.

Libertà protesica

I componenti protesici Ankylos sono disponibili per protesi cementate, avvitate e overdenture, in tutte le indicazioni cliniche. Nei casi in cui sia stata raggiunta la stabilità primaria desiderata dell'impianto e vi sia un carico occlusale appropriato, è possibile optare per il carico immediato sia per dente singolo sia per ricostruzioni multiple.

Tutti i componenti protesici per Ankylos sono contraddistinti da un'incisione laser che si riferisce al loro uso:

  • I componenti contrassegnati con "C/" usano solo il cono per la connessione e non sono indicizzati; quindi, gli abutment possono essere posizionati nella maniera desiderata e sono resi completamente antirotazionali dal frizionamento del cono.

  • I componenti contrassegnati con "/X" sono indicizzati; l'indice viene usato per posizionare gli abutment sugli impianti in una tra sei possibili posizioni. Anche in questo caso, comunque, è il cono a garantire un'ottima stabilità e antirotazionalità.

  • I componenti contrassegnati con "C/X" si usano sia per le protesi indicizzate sia per quelle non indicizzate.
  • Components marked with “/X” are indexed – The index is used to position the abutments in the implants in one of six possible positions. In this case, it is also the cone that ensures optimum stability and rotation locking.
  • Components marked with “C/X” are used for indexed or non-indexed prosthetics
  •  

Soluzioni per corone e ponti

Esistono varie soluzioni protesiche per supportare ponti e corone. Sono disponibili elementi protesici che favoriscono il condizionamento del tessuto molle peri-implantare, al fine di soddisfare l'esigenza estetica in caso di corone per dente singolo e ponti nella regione anteriore e migliorare le procedure di presa dell'impronta.

Soluzioni overdenture 

Il sistema implantare Ankylos offre due alternative per le overdenture su impianti non splintati.

Ancoraggi a sfera Ankylos C/

Gli ancoraggi a sfera Ankylos C/ consentono di fissare un'overdenture nella mandibola edentula in modo economico e semplice. Si può usare la protesi esistente alla poltrona o chiedere al laboratorio odontotecnico di fabbricarne una nuova.

Fissare un'overdenture su due impianti nella mandibola tramite un ancoraggio a sfera è un'opzione particolarmente diretta e rapida per i pazienti edentuli. Gli ancoraggi a sfera sono disponibili solo non indicizzati.

Abutment Ankylos Locator 

I pazienti edentuli desiderano sempre più overdenture sicure e al tempo stesso facili da rimuovere per effettuarne la pulizia. La funzione di allineamento automatico degli abutment Locator può aiutare l'odontoiatra a soddisfare le esigenze dei pazienti.  

Inoltre, poiché Locator è un dispositivo di fissaggio più semplice, è possibile realizzare soluzioni overdenture sia in mascella sia in mandibola, soprattutto per i pazienti con funzioni motorie limitate e nei casi in cui lo spazio occlusale sia limitato o gli impianti siano divergenti.

Concetti di trattamento

Sono disponibili varie modalità di trattamento protesico per Ankylos che consentono di offrire la soluzione ideale ai pazienti.

Ad esempio, si può optare per concetti che garantiscano un trattamento immediato dei pazienti edentuli, condizionare i tessuti molli e fornire protesi alla poltrona grazie alla saldatura intraorale.

Il concetto SmartFix

SmartFix è una procedura impianto-protesica utilizzata per il trattamento immediato dei pazienti edentuli con ponti avvitati o barre nella mascella e nella mandibola:

  • Ideale per evitare le aree anatomiche critiche. Con l'ausilio di impianti angolati si possono evitare gli aumenti ossei e le regioni anatomiche critiche.

  • Fit protesico stabile: la base del supporto protesico viene estesa a livello distale grazie alla posizione angolata dell'impianto, consentendo di trarre un buon vantaggio dall'osso esistente.

  • Libertà di design ottimale: la testa estremamente ridotta dell'abutment garantisce una libertà di design ottimale della sovrastruttura (per altezza e diametro). 

  • Gestione sicura: i componenti dell'abutment sono già montati su uno strumento da inserimento. L'inserimento dell'abutment Ankylos Balance Base angolato è agevolato dallo strumento da inserimento corto e flessibile. 

  • Utilizzo di sovrastrutture realizzate con tecnologia CAD/CAM, per una connessione ottimale degli abutment Ankylos Balance Base angolati alle sovrastrutture implantari Atlantis suprastructures.
  • Libertà di posizionamento: grazie agli abutment Ankylos Balance Base non indicizzati, l'impianto e l'abutment possono essere posizionati liberamente. 

  • Posizionamento subcrestale: la connessione conica antirotazionale e indicizzata TissueCare consente il posizionamento subcrestale di Ankylos. Tale caratteristica si rivela utile per il concetto SmartFix, dato che la spalla dell'impianto distale viene sempre posizionata sotto il livello dell'osso in caso di inserimento angolato. 
 

Abutment TitaniumBase Ankylos

TitaniumBase consente all'odontotecnico di fabbricare abutment in ceramica con base in titanio di qualità elevata da un punto di vista estetico per la regione posteriore. Nello stesso tempo, offre tutti i vantaggi di una connessione impianto-abutment prefabbricata stabile.

Ankylos SynCone

SynCone è una soluzione estremamente economica e di facile utilizzo, basata su componenti prefabbricati per offrire ponti e protesi rimovibili ai pazienti. SynCone è un'applicazione innovativa della tecnica telescopica che unisce con successo precisione tecnica e componenti protesici economici.
 

  • Antirotazionalità e precisione: la connessione antirotazionale e senza gioco tra l'abutment SynCone e la cappetta, a tutti gli effetti una corona conica prefabbricata, offre stabilità meccanica e affidabilità totali.

  • Carico immediato: il paziente sperimenterà subito la validità del trattamento. 

  • Soluzione atraumatica: le procedure chirurgiche e la ricostruzione protesica vengono completate durante l'anestesia, in due ore circa.

  • Inserimento semplice: il trattamento non richiede impianti o strumenti speciali.

Il concetto WeldOne

Grazie a WeldOne è possibile realizzare una struttura stabile dal fit passivo per ricostruzioni immediate provvisorie o durature; idonea sia per il carico immediato sia per quello ritardato. È una soluzione rapida ed economica che consente di fornire ricostruzioni di arcate parziali o complete nello stesso giorno dell'intervento chirurgico.
 
Questo concetto è ideato esclusivamente per gli impianti dentali realizzati da Dentsply Sirona Implants e offre i seguenti benefici:
  • Soddisfa la richiesta di ricostruzioni immediate da parte dei pazienti. La procedura chirurgica e la consegna del manufatto protesico avvengono nello stesso giorno.

  • Riduce notevolmente tempi e costi. Il protocollo standardizzato, con componenti appositamente progettati, consente di ridurre al minimo le sedute e i costi totali di trattamento.

  • Comporta minori rischi di fratture delle soluzioni provvisorie. La struttura in titanio garantisce il rinforzo immediato della soluzione provvisoria.

  • Offre sicurezza e predicibilità del trattamento in caso di carico immediato. La ridotta mobilità degli impianti dovuta allo splintaggio rigido immediato consente di ridurre al minimo il rischio di fallimento dell'impianto durante le fasi di guarigione.

  • Non richiede ulteriori prese di impronte degli impianti. La struttura in titanio viene fissata agli abutment degli impianti una volta sola; in caso di ricostruzioni a livello dell'abutment è possibile beneficiare dei vantaggi della filosofia dell'abutment unico in un momento unico. 

Questo concetto esclusivo di ricostruzione protesica consente di scegliere tra varie procedure:

  • Protesi provvisorie a livello dell'impianto
  • Protesi provvisorie o durature a livello dell'abutment

Soluzioni provvisorie

Le soluzioni provvisorie Ankylos permettono di condizionare il tessuto molle e di armonizzare il margine dell'abutment definitivo con la forma del tessuto molle. Gli abutment provvisori fungono da base di ritenzione per le corone cementate o avvitate e per i ponti cementati preparati dal laboratorio odontotecnico.

Abutment provvisorio Balance C/ Ankylos

L'abutment provvisorio Balance C/ Ankylos viene usato per realizzare una ricostruzione provvisoria di breve durata, nelle regioni sia anteriori sia posteriori. 
Può essere facilmente adattato alla situazione clinica grazie ai due diametri (grande e piccolo), alle due altezze gengivali (1,5 e 3,0 mm) e alle due angolazioni (0° e 15°):

  • Abutment bicomponente con vite separata.
  • L'abutment grande può essere personalizzato mediante fresatura.
  • L'aggiunta di ossido di zirconio lo rende stabile e radiopaco.
  • Le protesi provvisorie su abutment provvisori Balance C/ possono essere portate per non più di 6 mesi.

Garanzia: questo prodotto è coperto da garanzia

Ankylos è stato testato clinicamente, documentato scientificamente e viene utilizzato ogni giorno nelle cliniche e negli studi odontoiatrici. Dentspyl Sirona Implants supporta i propri sistemi implantari con la garanzia a vita che copre sia la qualità di fabbricazione sia l'osteointegrazione di ogni impianto.

Nel malaugurato caso che l'odontoiatra riscontri un difetto in un impianto Ankylos o in caso di mancata osteointegrazione dell'impianto, Dentsply Sirona Implants sostituirà il prodotto senza costi aggiuntivi. 

Garanzia sistemi implantari - Termini e condizioni (pdf)

 
IMPIANTI E COMPONENTI
Garanzia a vita


ZIRCONIA
Garanzia di 5 anni


STRUMENTI
Garanzia di 3 anni